Giorgio Ferrari è nato a Milano nel 1936.

Autodidatta, dipinge sin dalla gioventù, ma solo quando giunge al "giro di boa" dei 40 anni, decide di lasciare la sua carriera di manager aziendale e fare della pittura la sua professione.


All'esperienza della pittura ad olio ed acrilica presto affianca quella dell'
acquaforte finchè - preso dalle molteplici ed affascinanti tecniche di quest'arte pluricentenaria - concentra tutta la sua attività su questo mezzo espressivo.

 


Ama ritrarre la natura nei suoi molteplici aspetti, senza alterazioni e deformazioni.


Preferisce cogliere situazioni serene e gradevoli, lanciando (nonostante il degrado che progressivamente ci circonda) un messaggio "positivo".


E' una scelta semplice e forse discutibile.

Certo è che molte persone gradiscono questo tipo di visione del'ambiente ed è forse anche per questo che le acqueforti di Ferrari vengono distribuite nel mondo partendo dal piccolo paese dell'Appennino Modenese in cui  Giorgio Ferrari ha trasferito il suo studio.

 
la tecnica di incisione di Giorgio Ferrari